4 passi

È da un po’ ormai che mi mancano le parole, per dire quasi tutto, ma di questo fine settimana appena passato volevo almeno dire grazie.
All’aria di mare che mi ricorda da dove vengo, e dove probabilmente andrò a finire, prima o poi.
Ai gatti, che sanno esattamente qual è il senso, in tutti i sensi.
Alla meditazione rimandata, che tanto quello che conta è essere presenti a se stessi.
Ai soffitti alti che accolgono più a lungo l’aroma delle parole.
Alle polpette che ridono.
A quei quattro passi nel vento che chiamano altri passi.
Presto.
Annunci

20 pensieri su “4 passi

  1. … e noi ci piacciamo in quelle scarpe – anche senza – e, pure conta, siamo piaciute a Max :)))

    (Max, se dici di no, io ti cucino ‘e purpette e la Bianca invece no!!)

  2. @precipitandosivola: quelli della Art, si potrebbero offendere mortalmente.
    e pure i miei piedi, che dentro ci stanno taaaanto comodi, coi ditini spaparanzati… 🙂

    ciao Max
    ciao Majara
    ciao purpette…

    Bianca/nera OUT

  3. “È da un po’ ormai che mi mancano le parole…”

    Pro memoria:

    «Forse è solo una notte troppo chiara, una di quelle da comitato di protesta degli abitanti del buio.
    Forse è solo una notte troppo foderata dei ricordi del giorno, che fanno fitto e costipano le energie.
    Forse è solo una notte troppo giovane: prova ad aspettarla…» (Colfavoredellenebbie)

    Qui – e fuori di qui – ti si vuole bene. Aspettandoti.
    Il tuo tempo, la tua notte.

  4. Ci si sente “così”, Max. In tanti un pò “così” e mi riempio il mobiletto di queste scarpe da quattro passi ed aspetto che le tue parole, sincere come queste, tornino, in libertà. Sono rimasta “senza parole” ed ho il pollicione del piede spaparanzato ed il cuoricino tenerello perchè io mi sento “più così” di quanto si possa immaginare.
    Con le “purpette” di Majara si possono fare 4 salti in padella?
    baciottoli affettuosi.
    danis

  5. E ci voglio essere anch’io. Ci voglio essere anch’io. Ma forte assai lo voglio. E forte ti abbraccio. Ché vivo anch’io dentro una città di mare. Lo senti che spira un po’ dentro l’abbraccio?…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...