Come il mare

come il mare c’è solo il mare
quando si avvicina
con lievi carezze a sfiorare
granelli
e ciottoli asciutti
giusto all’inizio
di spiaggia
frugando tra orme di vita
appena passata
e svanita
quando si allunga
con gocce più ardite a distrarre
le mosche
impigrite dal sole
sulle spalle nude del giorno
quando con spruzzi più lesti
viene a lisciare
gli arbusti
ingrigiti dal sale
tra le dune soffici di un tempo
senza fine
quando non resta a guardare
i tronchi dei pini marini
ma li sfida a restare
diritti
davanti alla forma del vento
quando aggredisce
gli scogli neri
e fragili di civiltà
e quando ruba per sempre
i coralli vivi
dei sogni
dagli occhi del mondo
quando se ne torna a montare
una nuova magnifica
onda d’amore illuso
per la terra

Annunci