In levare

sottraimi alla vista
come una volta
come l’ultima
come quando mi nascondevi dietro la schiena
per non farmi riconoscere il mondo,
dal mondo, che scruta dentro
come fossi suo
sottraimi

voglio vedere senza essere visto
attraversare di sguardi persiane e reticoli
di strade di sole e di nebbia
sottraimi al destino
delle parole sfuggite

sottraimi e spiegami come
si tiene il fiato in silenzio
finché sarò pronto ad amare
la vita