Distinzione

sotto la pelle ruvida
dormono insieme addossati
gli uni agli altri i ricordi
e i pensieri di mari e di fuochi
le paci e le guerre sopite
contradditoria tregua divisa
tra carezze che placano l’anima
e sfregamenti che la risvegliano

sopra la lingua incerta
scivolano parole aggrappate
a un rimorso o a un rimpianto
compresse in grappoli dolci
o legate in catenelle fragili
contradditoria pace divisa
tra i cenni che placano i brividi
e gli accenti che li scatenano

da dove cominciare a parlarne
se non da dove si distingue
una pace da una tregua
dentro un anima divisa 

Annunci

38 pensieri su “Distinzione

  1. Le parole, che fluiscano o restino, sono sempre semi del divenire. E conoscere la grammatica interiore é un privilegio del sentirsi liberi. Di fare, di essere.
    Ti abbraccio, scusandomi per la ridottissima assisiduità ma l’odissea inetrnet, dopo quattro mesi, non é ancora finita.
    S.

  2. Forti antitesi in queste tue belle parole. Così ti si legge, contrasti di te e in te. Quale la via per la riconciliazione se non il silenzio e la cura attenta che ricompone? Un abbraccio.

  3. ..cenni che placano i brividi e accenti che li scatenano: bellissima immagine per qs ossimoro dell’anima, … a me tanto calzante ora che devo capire se è pace o tregua quella che vivo, e che cerco Un forte abbraccio,g

  4. tentativo di esprimere quel che attraversa e non riconcilia, sapendosi contradditori 🙂 Bello anche il sottotitolo (prima volta che lo noto o c’è sempre stato?) sul pensare a niente. Che in questi giorni mi sento così… nullapensante 🙂

  5. Intensi,pieni di emozione,
    interrogano e rispondono.
    Questi tuoi versi sono lo
    specchio di una realtà
    controversa e amara,
    privata dell’ultima dea.
    La ragione non nutre
    speranza, alleva figli votati
    alla morte.
    I miei complimenti Max.

  6. max, che meravigliosi versi trovo qui…
    stasera che volevo proprio leggerti così, che regalo meraviglioso.
    che solo tu davvero sai legare catene di emozioni così intense.
    un bacio di buonanotte e che il cuore si plachi in risposte trovi la pace e si scaldino i brividi…
    ti abbraccio…forte.

  7. O.T. Scommeto che dalle tue parti avrà un altro nome: nell’area del basso Jonio e anche basso Adriatico, circola da secoli la leggenda dell’anima inquieta di un bimbo non battezzato.
    Informati e poi fammi sapere
    Abbracci

  8. Una poesia di forti contrasti, decisamente attuale (ma quando mai la pace diventa un argomento inattuale?). Hai ben rappresentato il complesso degli opposti nell’anima divisa, il rovescio della medaglia, l’ouroboro che si morde la coda.
    😎

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...