Polvere plastica. 12.Il cinese.1

Nessuno ha fatto in tempo a capire il suo nome, perchè Maurizio, il caporeparto, lo ha subito ribattezzato Pasqualino, pensando certamente alle Settebellezze che a lui mancano completamente, quindi è per tutti Pasqualino.
Sembra giovane, ma non si può mai dire coi cinesi, e con gli orientali in genere, perchè quasi mai dimostrano gli anni che hanno.
Solo dopo diversi giorni sono riuscito a scambiarci qualche parola e qualche sigaretta, non parla quasi per niente l’italiano e non sembra interessato ad approfondire la conoscenza degli altri operai. Ma sorride, in modo un po’ complice e  un po’ riverente, nei rari momenti in cui riemerge dalle pile di componenti plastici che lo circondano.
Ci sono state una serie di grosse commesse, a febbraio, e come capita in questi casi la ditta si serve di lavoratori cinesi, disposti ad accettare ancora meno garanzie degli interinali, per aumentare i ritmi di produzione.
Loro lavorano “a pezzo”, non a ore, e siccome sono cinesi, non li spaventa per niente passare 12-14 ore al giorno a montare lo stesso pezzo. Più ne fanno e meglio è.

I mobili che prevedono le serrandine scorrevoli al posto degli sportelli rigidi necessitano del pre-montaggio delle guide di scorrimento, in modo da facilitare sia l’imballaggio da parte dell’azienda che il montaggio da parte dell’aquirente.

Si inseriscono gli angolari di raccordo alle estremità di un certo numero di profilati, detti “basi” e “cappelli”. Si passano alla foratrice predisposta i pezzi così assemblati, per ottenere i fori in cui inserire le guide per le serrandine e per i divisori interni. Le prime si montano ad incastro, assicurandosi di fermarle con alcune gocce di colla, mentre le guide per i divisori si fermano con delle viti. Quindi, con un pennellino, si spalma all’interno di esse uno strato di vaselina, per renderle più scorrevoli.

Quando ho il turno pomeridiano, dalle 14, lui è già lì dalla mattina e ci rimane fino alle dieci. Non se ne andrebbe, dipendesse da lui, ma il nostro reparto non fa il turno di notte e così è costretto, suo malgrado, a fermarsi.
Una volta, uscendo dal capannone, ha chiamato qualcuno al telefono per farsi venire a prendere e mentre gli altri timbravano il cartellino e se ne andavano via, lui è tornato dentro a montare altri pezzi, per ingannare l’attesa.
Un’altra volta ha finito i suoi pezzi a metà pomeriggio, perchè va troppo veloce e le profilatrici erano occupate in altro. Era deluso e contrariato, per doversene andare quattro ore prima del previsto e per non poter avvertire il suo “accompagnatore”. Gli ho prestato il cellulare e questo ha permesso di scalfire un po’ lo schermo invisibile che c’era tra lui e tutti gli altri. Da quel giorno ha cominciato a darsi del Pasqualino da sè.
Chi lo porta a lavoro e lo viene a prendere deve essere qualcuno che ha trovato la sua posizione nelle maglie del lavoro precario, una specie di “agente di lavoro temporaneo” abusivo.
Un giovane cinese con occhiali eccentrici e i capelli sparati che molto probabilmente piazza i “suoi” operai in varie ditte della zona, quando queste richiedono prestazioni particolarmente pesanti o noiose, ma scevre da problemi contrattuali.
Dico probabilmente, perchè potrebbe anche essere un parente premuroso o un amico disponibile, ma credo che le probabilità in questo senso siano scarse.

Annunci

7 pensieri su “Polvere plastica. 12.Il cinese.1

  1. E’ quasi completamente calvo, ma sembra giovane, anche se non si può mai dire con gli italiani, e con i toscani in genere, perchè quasi mai dimostrano gli anni che hanno..
    (versione di un usermax cinese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...