Gioco di parole

sono giorni di rabbia sottile
di rapidi spasmi dell’ anima
e ritorni interdetti
formicolìo distratto
allegramente intento
alle dita allungate nell’aria
graffiare il vuoto da soli
per soffermarne il volo
scorticare lo spazio del giorno
posticipando l’attimo
in cui un altro me stesso
giudicherà chi sono

intanto voci amiche ri-suonano
ritornano a dire il non detto
si azzuffano e gareggiano
a chi strapperà dalle mani
prima un velo o un sorriso 
una danza di  nomi e di corse
un rubabandiera del cuore
da giocare ogni giorno

Annunci

48 pensieri su “Gioco di parole

  1. Ciao!
    Purtroppo per un pò mancherò dal blog, una settimana e spero non oltre. In tanto ti dono tutta la mia gioia, affinchè ti faccia compagnia in questi giorni.
    Un abbraccio e buona domenica!
    Vale

  2. Il “gioco del rubabandiera del cuore” è bellissimo! 🙂 E per la pasta con le sarde: non ti preoccupare… nessuna Sicilia per te quest’anno? Un bacio grande grande

  3. Grazie del tuo passaggio caro Max. Negli ultimi tempi sono poco in rete per vari impegni di lavoro, studio & traslochi (argomento che ben conosci a leggere un tuo recente post). Sono giorni di rabbia sottile, dove cerco di scorticare lo spazio del giorno che vorrei tanto fosse di 48 ore – anche se temo che lo occuperei di altre cose, perciò siamo daccapo!
    Per fortuna, in questa danza di nomi e di corse di tanto in tanto risuonano voci amiche che fanno decisamente piacere.
    😎

  4. Ci sono solo in rapidissimo passaggio. Sono a casa, purtroppo, per il funerale di un ‘amica. Domani ritorno in vacanza.
    Splendida la tua poesia.
    Arrivederci a fine agosto.
    Baci, Grazia.

  5. La terza foto esiste… fammi sapere se riesci a vederla. Il “non osare” risale ancora alla precedente versione del blog… dove postavo soltanto immagini mie… Ora non ha più molto senso.
    Il post ha un significato…

    Non mi parlare di rabbia… 😉

  6. Max, piace molto molto questa poesia. Passa attraverso stati d’animo riconoscibili, ne indovini quasi il possibile impatto urticante sulla pelle, il fastidio sonoro di superfici abrasive che si toccano…Eppure, eppure ha un’eleganza così sottile che il lettore percepisce il tutto attraverso un vetro, un velo di distanza, sfumata di ironia.
    Bravo, proprio bravo.
    smack.

  7. un rubabandiera del cuore che bellissimo termine hai trovato per definire i moti burrascosi dei nostri cuori ogni giorno alle prese con venti tempoli e caldi soli.
    si.
    torno anche io a leggerti e scopro come le tue parole avevano scavato l’ombra della nostalgia.
    felice di ritrovarti e abbracciarti.
    con un sorriso profumato di gelsomino…

  8. Rabbia sottile e dolce tristezza.

    I profumi della tua terra sono sempre i benvenuti. Li/ti annuserò con piacere 🙂
    Un bacio con fiori di campo. e belle giornate

  9. Ciao Max, grazie per i complimenti su Indigo (sì, ho fatto tutto da sola, ma “Ocean Indigo” è solo la parte marina di “La Pecora Nera” che è il blog di cui vado più fiera! :-D).

    Buona serata e buona domenica,
    Ceci

  10. E vabbé, in vacanza anche tu. Meno male che ci hai lasciato parole (e che parole). Un saluto degno di te, Max, da passare e ripassare a rileggerle.Buona estate. E… naturalmente abbracci. Al plurale.

  11. ciao usermax
    ho visto che sei passato a trovarmi e la cosa mi ha fatto molto piacere magari poi ci facciamo anche una bella chiacchierata un abbraccio
    p.s. bella la tua foto col biccer de vin in mano… me ne offri uno anche a me? smack 🙂

  12. Ma lo sai che mi hai fatto venire voglia di prendere un treno e venire lì? Non c’è città d’Italia che io ami quanto Firenze. Scendo a S. Maria Novella e mi sento a casa; almeno una volta l’anno. Mi sono sentita a casa dalla prima volta ed ogni volta è un’amica ritrovata, un luogo con cui sono in pace. Come, in Europa, Lisbona, che torna spesso a prendermi in echi di nostalgia.

  13. ogni volta che entro da te non posso fare a meno di osservarti mentre sei sul punto di sorseggiare quel bel calice di vino rosso…
    se mi fermo qui un po’ dici che possiamo farci un brindisi?…
    🙂

  14. Non mi tentare che rischi di offrirmi un caffè a breve. Magari freddo per ingannare l’afa. Se decido ti lascio un appuntamento nella messaggeria di splinder. … Che fai? Inizi a scappare?! … ehiiiii!!!! Dove vai?!… Prendi almeno il bacio, Maaaaax…

  15. passo a salutarti, il periodo è di quelli in cui sono un po’ svagata, poco presente anche a me stessa… sarà la stanchezza, sarà il caldo… sarà l’estate, mah!! un abbraccio stretto stretto.

  16. ciao usermax
    ma sei fiorentino veramente? così quando vado a trovare la mia amica a firenze magari ci si può incontrare e conoscerci un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...