Il tempo che ho

il tempo che ho
mi metto a guardarlo
lo osservo sparire e svoltare
riprendersi il posto migliore
lasciandomi indietro
a sudare 

il tempo che ho
non mi segue a distanza
trascina se stesso e le mie
parentesi oltre le imposte
socchiuse da troppo
e mi sfida

il tempo che ho
non ce l’ho veramente
l’ho perso a giocare
alla conta dei volti
che vedo allo specchio
passare

il tempo perciò
mi terrà sulle spine
di sbieco aprirà l’orizzonte
e soltanto a partita finita
distratto alla fine
l’avrò

Annunci

35 pensieri su “Il tempo che ho

  1. Questo è per te, perchè ogni persona è unica e inripetibile, fantastica e quindi ognuno di noi va valorizzato per quello che fa e apprezzato per quello che è.
    Buona giornata. Vale.

  2. jeff buckley… grace… davvero meravigliosa…. ci credi che piango se l’ascolto e penso ad una persona?…. son davvero mielosa… troppo… 🙂

  3. Onorata di danzare sullo stesso tempo.Bello il tuo, con le sue immagini allo specchio dove perderlo alla conta dei volti, col suo orizzonte di sbieco e la sua sfida…. indovina?…un abbraccio!

  4. Perciocchè Iddio ha tanto amato il mondo, ch’egli ha dato il suo unigenito Figliuolo, acciocchè chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna

  5. Vengo accettanto il tuo invito, sai che non resisto ai tuoi versi, riesci a infondergli qualcosa di tuo, molto personale, ma che ognuno di noi, riesce a far suo.E questa è magia!

  6. Piace questa lettura del tempo, compagno di viaggio non sempre leale, spesso alla ricerca del posto migliore, ma anche trascinante e trascinatore: noi, piccoli pesci, impigliati nella sua rete…
    Tempo lasciato come pegno/segno nei volti che cambiano nello specchio ma anche torturatore d’attese, il cui nome il cui peso il cui numero appariranno soltanto alla fine del viaggio…

    splendida poesia, max.

    ps) ho un amico caro che soffia spesso il suo ritornello: dalla battaglia col tempo nessuno esce vivo 🙂

  7. Anche e soprattutto dopo il restyling (più che altro dei colori se non erro) continua ad essere uno dei blog-layout più ganzi e ordinati che abbia visto bazzicando around 😉
    (visto che c’ero, ti ho piacevolmente scroccato anche un ascolto della cover di goldreic e nosuprises)
    byebye

  8. il tempo che sgrana e sfugge dalle mani è come la sabbia che giorno dopo giorno si accumula a creare disegni e dune di ricordi….
    bellissimo il tuo contributo bello il tuo viaggio nel tempo; nel tuo tempo…

  9. Tempo……?
    Mi vengono in mente i fazzolettini usa e getta..:))
    E lei, capo? Tempo…rane…amente….out of order….
    La capisco. Il peso dell’arte a volte è insopportabile ma non conosce confini temporali.
    Suvvia! Presto che è tardi!!
    JB
    p.s. beiversi…!

  10. Usermax, ti ringrazio e mi confondi. Hai talento e ,se proprio lo vuoi sapere, quando ti leggevo (sono passato da te già altre volte) ho avuto lo stesso pensiero che hai avuto tu nei miei confronti. Ma adesso basta reciproci incensamenti!!! Ti abbraccio. Alain

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...