Itinerari immobili

Mi perdo nei blog e nei commenti, ultimamente. Seduto davanti al mio pc passo del tempo a tracciare itinerari immobili in un universo di voci che si intrecciano e si sovrappongono, a seguire le tracce di parole che si accostano, si toccano, si scostano e ritornano. Trovo traiettorie di mani che volteggiano su tastiere di emozioni, a volte leggere e impalpabili, a volte bilanciate e sicure, altre volte pesanti e dense, liquide o ariose, cadenzate, sfuggenti, veloci, ferme. Traiettorie che si ripetono, che si auotoinventano, che si rinnovano e definiscono nel cammino i luoghi emotivi da cui hanno origine, come se il viaggiare attraverso le scelte e i sentimenti più diversi, i più disparati moti dell’anima altrui, avesse come maggior ricompensa la chiarificazione del luogo di partenza di ciascuno, del mio punto di partenza. Mi capita di mettere a fuoco, anche solo per attimi fugaci, immagini di me riflesse negli stagni densi o nei limpidi torrenti, nei laghi tranquilli o negli oceani più vasti che vado visitando in questi viaggi e al ritorno trovo le tracce del passaggio di altri immobili girovaghi, li immagino specchiarsi nelle pareti lucide o cercarsi nei risvolti opachi delle mie parole, proprio come me. Mi capita di imparare che tutti coloro che crediamo tappe e stazioni di sosta del nostro vagabondare, a volte credano lo stessa cosa di noi. E mi viene in mente che io, come tutti loro, sono il cammino che faccio, ma anche la strada su cui altri camminano, sono un movimento, ma anche una fermata, sono un viaggiatore, ma anche un viaggio. E proseguo.

Annunci

22 pensieri su “Itinerari immobili

  1. Sono entrata nel mondo dei blog da pochissimo e ne sono completamente affascinata. Appena ho un attimo mi metto qui davanti al pc e passo da un blog all’altro leggendo delle esperienze altrui, e magari cercando di commentarle. Ed è tremendamente difficile smettere a volte! Un saluto dallo spazio…

  2. …vero…andare da un blog ad un altro, sempre oltre…e qualche volta tornare….riconoscersi, perdersi….sorridere….commentare…stupirsi…compiacersi….mi piace il mondo dei blog, da quando sono entrata nel mondo virtuale, questo è sicuramente il posto che mi si addice di più….anche se qualche volta si fa forte e prepotente la voglia di scappare….ma ho visto che prende un pò tutti…dev’essere un effetto collaterale del virtuale, quindi adesso che lo so me ne sto buona buona aspettando che passi! Buona giornata 🙂

  3. Ehi! Buongiorno! L’immagine del mio blog? E’ un elfo… La rappresentazione più immediata di fantasia, di salto fuori dalla realtà… quella che ultimamente mi sta così stretta! E come capisco Foolsgarden! Anch’io a volte non riesco a smettere di andare qua e là per leggere i vari blog…

  4. E’ esattamente quello che penso anche io dei blog,soprattutto oggi che forse non è la mia giornata più giusta…capita anche questo…Catania? Beh, un ricordo di tempo fa, di un viaggio in Sicilia e l’ho messa nella poesia perchè ho un amico che ci è andato e ci deve andare ancora ultimamente. Quando penso alla Sicilia mi vengono in mente i paesaggi e i profumi, è tanto che manco da lì, mi piacerebbe tornarci presto.

  5. ciao! intanto ti auguro buon lavoro! sicuramente non ci perderemo anche se resterò una nottambula, magari anche di pomeriggio o in prima serata capiterò sicuramente nel blog! un abbraccio e a presto ^^

  6. Buongiorno! Casetta rivoltata, sai? Niente scarafaggi tra le buste… che schifo! Chissà che ora la mia casa sembri più casa dolce casa… Tu come stai?

  7. anche io se pur nato da poco mi ritrovo immobile sul mio sorriso scemo a guardar gli altri nel loro sragionare,forse è meglio così,attraversare gli altri per non lasciarsi calpestare,scusa la mia banalità!!!bellissimo blog il mio non sarà mai così!!!!

  8. Buongiorno. Stanotte hai dormito un pò di più? Anche io stavolta ho dormito pochissimo! Ho dovuto svegliarmi presto, presto per acompagnare un amico che era rimasto a piedi… Viva l’amicizia! Un bacio.

  9. vorrei che tu capissi,che non sono un personaggio oculato quello che scrivo veramente lo odio,non è pubblicità!!!vorrei trovare soltanto qualcuno che capisse che non c’è limite al dolce soffrire.ogni giorno mi sveglio con il sapore di nulla in corpo,lo so è banale mille infiniti prima di me hanno sofferto ed io ho letto molto il loro mesto e mestruo vivere….ma io continuo a soffrire,davvero,nessuno mi capisce e da un po’ di tempo non mi comprendo neanche io!!!mi trovo così scontato e banale,solo un sorriso amaro nella bocca degli altri,non mi trovo in nulla,ho una ragazza che ancora non capisco perchè mi ama,forse è davvero una malattia l’amore.che rimanga tra noi questo mio sfogo.Davvero vorrei saper scrivere qualcosa di diverso,perchè quello che scrivo non lo trovo bello!!!mi odio!!!scusami davvero con questo piangermi adosso non voglio annegare i tuoi neuroni,se ti ho disturbato ti chiedo francamente scusa………ti saluto affettuosamente!!!ergos……..

  10. [paradigma][..] «…sono il cammino che faccio, ma anche la strada su cui altri camminano, sono un movimento, ma anche una fermata, sono un viaggiatore, ma anche un viaggio…» (usermax) Come se esistesse un “paradigma” che lega il verbo anda [..]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...