Stagioni

Sono nato vicino al mare, non mi sono mai interessato delle verdure di stagione, non ho imparato a riconoscerle nè a collocarle nelle stagioni giuste, non so dire quali fiori sbocciano e quando, cosa è meglio per le piante in un dato periodo.
La primavera mi ricorda un leggero odore di salsedine che in estate si mischiava a quello degli abbronzanti, l’andare a scuola senza cappotto, la merenda delle cinque con pane, zucchero e cacao, il pettine bagnato con cui mia nonna mi “sistemava”, dopo le scorribande del dopopranzo (scorribande per modo di dire: cinquanta metri di marciapiede tra la pescheria e il carrozziere).
Sempre col mare ad un passo, il rumore della risacca come sottofondo continuo, che sballottava tra voglie e timori: la spiaggia ciottolosa era rigidamente off-limits per noi bambini almeno fino a maggio.
E la nonna che dal terzo piano calava il panierino con dentro i soldi per il gelato, anche per il suo.
E l’odore delle acciughe sotto sale che fuoriusciva dai suoi “cugnetti” sulla terrazza…
In realtà non so più se tutto questo era di primavera, ma mi piace pensare che tutti quei ricordi piacevoli siano legati all’ inizio della bella stagione.
Non vivo stabilmente vicino al mare da quasi vent’anni, quel periodo di fronte alla spiaggia risale a quasi trenta, ma quelle immagini e quegli odori ritornano costantemente a ricordarmi da dove vengo e che prima o poi dovrò imparare che le cose buone, non solo i pesci, i fiori e la verdura, sono tali in relazione al periodo, alla stagione in cui nascono, sbocciano e maturano e che se salti un giro non è grave, l’annata seguente non tarderà.







Annunci

8 pensieri su “Stagioni

  1. nei miei sogni più sogni, c’è quello di svegliarmi, aprire la finestra e vedere il mare, uscire di casa e trovarlo lì… pensa, non sono mai riuscita a realizzarlo, neanche per le vacanze: c’è sempre stato qualcosa fra me e il mare: un edificio, una strada… ma non cedo…Un saluto grande. Ho sentito l’odore e la voce del mare, qui da te, e ho visto pure il cestino calare dall’alto.

  2. E’ la prima volta che vedo aperto questo balconcino (identifico gli scrivani cui sono affezionata come vicini di cortile), e trovo sinceramente sia una bella scoperta. Sono d’accordo con la cara Colfavoredellenebbie…parli di salsedine, creme e luminosità, ed io afferro insieme a te il senso e il profumo del loro risveglio. Ellie

  3. ecco fatto l’H è stata tolta 🙂 , sono un pò fuori di testa ultimamente e non sto neanche a guardare come scrivo…ma ho rimediato! buona Pasqua anche a te! Alisya

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...